I gerani in inverno

I gerani in inverno

La cura e la protezione dei gerani in inverno. Come svernano i gerani.

Durante l'inverno, i vasi dei  gerani vanno isolati da terra, collocandoli su dei supporti necessari anche per mantenere liberi i fori di drenaggio, così che non si creino problemi di ristagno d'acqua. Le annaffiature impediranno che il terriccio diventi arido, ma devono essere moderatissime.

A primavera è bene spuntare i rametti riducendone di 1/3 la lunghezza. Non abbiate fretta poi di collocare le piante all'aperto, accertatevi prima che la temperatura notturna non scenda sotto i 10°C e che il tempo si sia stabilizzato. Gli sbalzi di temperatura provocano un arresto vegetativo che rende faticosa la crescita e riduce le fioriture primaverili ed estive.

gerani

 

Come proteggere i gerani d'inverno

gerani che hanno passato l'estate in pieno sole, anche se ben curati, spesso arrivano a fine stagione stanchi e con qualche problema fitopatologico; per questo motivo non è sempre consigliabile conservarli. Ma se sono ben verdi, folti, insomma belli, ne vale la pena.

Abbiate cura di ritirarli prima che la temperatura notturna si abbassi sotti i 5°C.

Il locale in cui i gerani svernano deve essere luminoso e la temperatura non deve scendere sotto i 3°C, anche nelle notti più rigide. Ritirando le piante è bene provvedere ad una potatura di alleggerimento, eliminando rami esili o danneggiati, foglie e fiori secchi. Una spruzzata di insetticida, come Decis Giardino PFnPO, servirà a prevenire attacchi di parassiti. Se l'ambiente è umido sarà utile anche un fungicida, come Flint Max AL PFnPO, preventivo e curativo insieme.

Non sempre è possibile ritirarli e certamente non è comodo, ma esiste l'utilissimo tessuto non tessuto, facile da usare e sufficiente a proteggere anche i gerani, che non sono poi tanto delicati.

Questa protezione viene venduta in rotoli "a camicia"; si tratta di un lunghissimo sacco senza cuciture. Basta tagliare la misura necessaria e infilare tutto il vaso nel sacchetto, chiudendolo in alto con un laccio. La parte sotto il vaso sarà tenuta ferma dal peso stesso del contenitore. Addossate poi il vaso ad un muro in modo da proteggere il più possibile la pianta. Anche in questo caso è necessario appoggiare il vaso su dei supporti di legno anche per isolarlo dal freddo del pavimento o del terreno.