Nutrizione

Protezione del giardino della casa

Protezione dell'orto e del frutteto

Scopri di più su Mora

Specie: Rubus ulmifolius - Famiglia: Rosaceae 

Origine

Il suo areale comprende quasi tutta l'Europa, il Nordafrica e il sud dell'Asia. È stata introdotta anche in America e Oceania. 


Come coltivare
La mora è un frutto di bosco poco esigente, è una resistente al freddo e crescono dappertutto anche se prediligono terreni sciolti e leggermente acidi.

Grazie alla sua adattabilità il rovo anche coltivare in vaso facendo attenzione a scegliere delle cultivar con portamento non troppo disordinato e preferibilmente senza spine. Il vaso deve essere di grandi dimensioni e serve predisporre un sostegno 

Può essere moltiplicato durante l'estate sia per talea che per propaggine. Poiché predilige il terreno del sottobosco, vive bene su un terreno soffice e fresco. Richiede un pH acido (5-6), anche se non è indispensabile. E' consigliabile concimare con Solabiol Orti e Giardini con Natural Booster alla dose di 100 g/m² al trapianto. Ripetere l'applicazione dopo 5 settimane. Per avere una buona produzione e frutti più succosi si consiglia di irrigare regolarmente.

Le more richiedono potature, hanno bisogno di essere regolate; i tralci che hanno prodotto possono essere tagliati alla base e si lasciano i getti più robusti che vanno cimati sotto i due metri di lunghezza.

Lo sapevi? Curiosità sulla Mora

I greci usavano la pianta per curare la gotta mentre i romani usavano le foglie per preparare un tè dalle proprietà terapeutiche.

Avversità delle more

  • Afidi
  • Ragnetto giallo e ragnetto rosso
  • Antonomo del lampone.  
  • Muffa grigia
  • Verticilliosi 
  • Antracnosi